Il cavaliere oscuro

(The Dark Knight)

Regia di Christopher Nolan

con Christian Bale (Bruce Wayne/Batman), Heath Ledger (Joker), Aaron Eckhart (Harvey Dent), Michael Caine (Alfred), Gary Oldman (Gordon), Maggie Gyllenhaal (Rachel Dawes), Morgan Freeman (Lucius Fox), Cillian Murphy (Spaventapasseri), Eric Roberts (Maroni), Nestor Carbonell (Sindaco di Gotham City).

PAESE: USA 2008
GENERE: Azione
DURATA: 150′

Batman – aiutato dal tenente Gordon e dal procuratore distrettuale Dent – riesce a smantellare le organizzazioni criminali che governano Gotham. Ma un nuovo nemico lo attende al varco: è il Joker, un misterioso schizofrenico che vuole impadronirsi di Gotham e creare il caos…

0468569_1

Secondo capitolo, dopo il pregevole Batman Begins (2005), della rilettura nolaniana dell’uomo pipistrello creato da Bob Kane nel 1939. Come il precedente è, prima ancora di essere un film di supereroi, un film sulla paura: quello di Nolan è un Batman post 11 settembre che si muove in una società impaurita e diffidente, governata da una strisciante corruzione più organica che patologica, mai come ora bisognosa di eroi “ufficiali”, puliti e trasparenti, diversi dal misterioso Batman e simili all’onesto Harvey Dent. E infatti il commissario Gordon, nel finale, dice che “Batman è l’eroe che Gotham merita, ma non quello di cui ha bisogno”. Cupo, violento, lontano dall’alone fiabesco dei film di Burton come dal kitsch fumettistico di quelli di Schumacher, è un film pessimista e spietato, realistico nonostante l’appartenenza ad un genere per antonomasia non realistico, spiazzante e pieno di inaspettati (ed emotivamente considerevoli) colpi di scena. Perfetto connubio di azione e scavo psicologico, ha la struttura di un film d’azione e le atmosfere di un noir, ed è ambientato in una Gotham City sempre meno gotica e sempre più simile alle metropoli occidentali. Quelle metropoli impaurite dal rischio terrorismo, un timore rievocato dal sublime personaggio del Joker, vero e proprio agente del caos, simbolo di un male indefinito, immotivato, e dunque ancor più terrificante.

snapshot20071217191845Con personaggi ben definiti e una sceneggiatura – scritta dal regista col fratello Jonathan – semplicemente perfetta, il film avanza per due ore e mezza senza che il ritmo si allenti o la tensione cali. Ledger, morto poco dopo le riprese, fa del suo Joker uno dei cattivi più riusciti (e inquietanti) dell’intera storia del cinema, mentre Bale è un Batman roccioso e maturo, tormentato e decisamente umano. Ma tutte le scelte di cast sono azzeccate, e tutti gli attori sono diretti con brio. Prezioso contributo musicale di Hans Zimmer e James Newton Howard, grande fotografia di Wally Pfister e evocativo montaggio di Lee Smith. Rarissimo caso di blockbuster milionario (ma sarebbe meglio dire miliardario, visto che è il primo film della storia ad aver superato i 9 zeri d’incasso) che è anche un film d’autore, classico nell’andatura e anomalo nello stile, un piccolo capolavoro del genere dei supereroi (ma ne fa davvero parte?) e un grande esempio di cinema ludico eppure profondo, pieno di interessanti riflessioni sociali, politiche, semantiche. E non è poco, per un film tratto da un fumetto che vent’anni fa era dato per morto. Seguito da Il cavaliere oscuro – Il ritorno.

Annunci

Informazioni su nehovistecose

Liberi Pensieri Cinematografici
Questa voce è stata pubblicata in 2000 - oggi, Genere Azione e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il cavaliere oscuro

  1. Pingback: Batman – Il Film | Ne ho viste cose…

  2. Pingback: Inception | Ne ho viste cose…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...