Ritorno al futuro – Parte II

(Back to the future Part II)

Regia di Robert Zemeckis

con Michael J. Fox (Marty McFly, Marty McFly Jr., Marlene McFly), Christopher Lloyd (“Doc” Emmett Brown), Lea Thompson (Lorraine Baines McFly), Thomas F. Wilson (Biff Tannen, Griff), Elizabeth Shue (Jennifer Parker), James Tolkan (Strickland), Flea (Douglas J. Needles), Jeffrey Weissman (George McFly), Casey Siemaszko (3- D), Billy Zane (Match).

PAESE: USA 1989
GENERE: Fantastico
DURATA: 108′

Appena tornato a casa dal viaggio del tempo nel 1955, Marty McFly si vede costretto a seguire nuovamente il suo amico Doc, questa volta nel futuro, dove i figli del giovane stanno prendendo una brutta strada. Completata quindi la missione nel 2015, tornano nel 1985, ma qualcosa è radicalmente cambiato: la città è in mano al bieco Biff, divenuto ricco rubando la Delorean nel 2015 e tornando nel 1955 per consegnare un almanacco di risultati sportivi al sé stesso giovane. Marty dovrà così tornare nel passato, ma questa volta dovrà stare attento a non “incrociarsi” con il sé stesso tornato indietro nel primo film.

Nonostante la ripetitività del meccanismo, il secondo capitolo di Back to the future non fa rimpiangere il primo grazie ad un ottima sceneggiatura (sempre di Gale e Zemeckis) che impila paradossi, sconnessioni, ripetizioni, cambi di punti di vista, tutto quanto andando avanti e indietro nel tempo. Le sequenze nel passato furono rigirate inserendo, grazie ad un nuovo innovativo metodo, due MartyMcFly nella stessa inquadratura (procedimento usato anche quando Fox interpreta diversi personaggi) e modificandone la prospettiva: una scelta divertente, affascinante, che avanza precisa nell’apparente caotica trama. Caso unico di seguito in cui si torna continuamente all’originale e allo stesso tempo si proietta la storia verso un terzo capitolo: cosa che porta ad un finale un pò “disonesto”, in quanto la trama si tronca e appare un beffardo “prossimamente” (i due film sono stati girati insieme ma “spezzati” in sala). Rispetto al primo Jeffrey Weissman sostituisce Crispin Glover e Elizabeth Shue prende il posto di Claudia Wells. Qualcuno critica Zemeckis di fare film prevedibilmente commerciali: siamo d’accordo, ma questa seconda parte è scattante, coinvolgente, ironica, imprevedibile.

Annunci

Informazioni su nehovistecose

Liberi Pensieri Cinematografici
Questa voce è stata pubblicata in 1971 - 2000, Genere Fantastico e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...