Zodiac

(Zodiac)

Regia di David Fincher

con Jake Gyllenhaal (Robert Graysmith), Robert Downey Jr. (Paul Avery), Mark Ruffalo (Dave Toschi), Anthony Edwards (Armstrong), Brian Cox (Melvin Belli), Dermot Mulroney (Capitano Lee), Chloë Sevigny (Melanie), Ione Skye (Kathleen John), John Terry (Charles Theiriot), John Getz (Templeton Peck), Zach Grenier (Mel Nicolai), Adam Goldberg (Duffy Jennings), Elias Koteas (Jack Mulanax), John Carrol Lynch (Arthur Leigh Allen).

PAESE: USA 2007
GENERE: Poliziesco
DURATA: 158′

Tratto da una storia vera. Nel 1969 San Francisco vive terrorizzata da una serie di omicidi firmati da un maniaco che si fa chiamare zodiac. In quattro si mettono sulle sue tracce: il vignettista Robert Graysmith, il cinico giornalista Paul Avery, il deciso detective Toschi e il partner Bill Armstrong. Ognuno di loro metterà a repentaglio la propria vita privata per cercare la verità, ma soltanto uno riuscirà ad avvicinarsi alla verità.

Scritto da James Vanderbilt basandosi sui libri di Robert Graysmith, è un ottimo poliziesco- thriller che è anche il diario di un’ossessione: è la storia di quattro uomini che sono arrivati ad un passo dall’abisso per seguire l’affascinante quanto terribile banalità del male. Con occhio più antropologico che letterario, Fincher fiata sul collo dei suoi personaggi e dipinge un interessante quadro d’epoca in cui le atmosfere e i protagonisti contano di più della storia stessa: in fin dei conti, è un film in cui non succede nulla, in cui nel finale l’assassino non ha nemmeno un’identità certa. Come nel successivo The social Network, il regista non giudica né detta un punto di vista, il suo unico interesse sembra essere lo studio minuzioso e preciso di questi personaggi così normali e allo stesso tempo così straordinari. Molti ne hanno criticato la lunghezza eccessiva e la chiusura senza soluzione – critica deprecabile, in quanto tratto da una storia vera: bastava informarsi prima – senza capirne l’innovativa costruzione fortemente anti- hollywoodiana e, ancor più grave, snobbandone anche l’ineccepibile reparto tecnico. La costruzione d’epoca è assolutamente realistica – scenografie di Donald Graham Burt – ma il talento visionario di Fincher, abbinato al lavoro ricco di contrasti del direttore della fotografia Harris Savides (che ricorda i quadri di Hopper), porta la visione verso una trasfigurazione meta- fisica del reale che aspira al surrealismo e crea l’incubo: in questo senso, Zodiac è un film molto più vicino a M – Il mostro di Dusseldorf di Lang (prontamente citato) che a Seven. Senza cadute di stile e sensazionalismi di maniera, la sceneggiatura tiene per due ore e mezza senza mai perde colpi: e Fincher è abile anche nel tenere sullo spine lo spettatore fino all’ultimo minuto che precede i titoli di coda. In più la commistione di poliziesco, thriller e horror funziona a meraviglia, riuscendo addirittura a spaventare e a creare momenti fortemente angosciosi. Ottima la scelta degli attori: Downey Jr. è una spanna su tutti, ma da tenere d’occhio sono anche il bravissimo Ruffalo, il già rodato Gyllenhaal e soprattutto l’anonimo Lynch, già visto in Fargoe bravissimo a tratteggiare la banalità del male di cui sopra. Un peccato che in sala il film non abbia avuto il giusto riconoscimento. Il personaggio di Dave Toschi e la storia del killer dello zodiaco ispiraqrono Don Siegel per Ispettore Callaghan: il caso Scorpio è tuo con Clint Eastwood. Non è un caso che in una scena di Zodiaci protagonisti si trovino al cinema a guardare proprio quel film.

Annunci

Informazioni su nehovistecose

Liberi Pensieri Cinematografici
Questa voce è stata pubblicata in 2000 - oggi, Genere Poliziesco e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...