Gli Intoccabili

(The Untouchables)

Regia di Brian De Palma

con Kevin Costner (Eliot Ness), Sean Connery (Jimmy Malone), Andy Garcia (George Stone/ Giuseppe Petri), Robert De Niro (Al Capone), Charles Martin Smith (Oscar Wallace), Richard Bradford (Mike Dorsett), Jack Kehoe (Walter Payne), Brad Sullivan (George), Billy Drago (Frank Nitti), Patricia Clarkson (Catherine Ness), Steven Goldstein (Scoop), Peter Aylward (Luogotenente Anderson), Don Harvey (Ufficiale Preseuski), Del Close (Alderman), Colleen Bade (Mrs. Blackmer).

PAESE: USA 1987
GENERE: Gangster
DURATA: 116′

Chicago, 1930, pieno proibizionismo. Guerra senza quartiere tra il gangster italoamericano Alphonse Capone e quattro poliziotti detti “gli intoccabili”: sono onesti, integerrimi e coraggiosi. Riusciranno, non senza dolorose perdite, a sbattere in galera – pur per reati minori – il più spietato boss mafioso dell’America della Grande Depressione.

Ispirato all’autobiografia del vero Eliot Ness (1903 – 1957) e scritto da David Mamet, il 18esimo film di De Palma è un possente gangster movie poliziesco in cui gli agenti sembrano cowboy del selvaggio West che si muovono in una giungla senza legge. Anche per questo è molto facile patteggiare per loro e fare il tifo: sono incorruttibili e simpatici, e le ombre sul loro cammino – Malone vuole battere Capone usando i suoi stessi metodi – li rendono umani e “realistici” (anche se le psicologie sono spesso a “tinta unita”, poco sfumate). Molte le scene che non si scordano, e il merito è sicuramente di una sceneggiatura perfetta che non perde mai il ritmo e non permette cali di tensione: dall’introduzione con Capone dal barbiere (in cui il gangster dice la mitica frase “ma quale spaccio clandestino? Su una barca è spaccio clandestino. Nei Quartieri Alti è ospitalità”) all’incontro di Ness e Malone, dalla morte di Nitti al processo finale alla ormai leggendaria sequenza della stazione, esplicito omaggio alla sequenza della scalinata de La corazzata Potemkin e uno dei pezzi di suspense più riusciti della storia del cinema . E quest’ultima è solo una delle mille citazioni che si trovano in questo ennesimo “film sul cinema” di De Palma, cineasta forse non proprio visionario ma sicuramente grande studioso della settima arte. E così, tra un’occhiata allo Scarface di Hawks e un’altra, ben più vasta, al cinema di Hitchcok, De Palma firma uno dei suoi film più noti, quello che maggiormente è entrato nell’immaginario di un’epoca. Certo, qualche volte la virtuosa regia appare ancora un po’ fine a sé stessa, ma la maggior parte delle volte sa mostrarsi funzionale, intelligente, talvolta lirica.

La storia, al di là della perfezione tecnica della sceneggiatura, appare un po’ troppo “romanzata”probabilmente per fini strettamente “commerciali”: Nitti non fu ucciso, bensì prese le redini dell’impero di Capone; Ness non aveva figli all’epoca, e non si fa menzione della sua prematura morte circondato dall’alcol e dai debiti; Capone fu costretto anche a pagare un multa, mentre nella sentenza nel film non se ne parla. Detto questo resta un ottimo film, curato e intelligente, coinvolgente anche se non accorato. Nonché una bella storia d’amicizia virile. Schiera di stelle nei credits, tra cui un bravo Costner, che si conferma, al di là delle critiche, un attore duttile ed espressivo, un simpatico Connery e un eccezionale De Niro, in uno dei ruoli più significativi della sua carriera. Del resto, la sua battuta “sei solo chiacchiere e distintivo” pronunciata ai danni di Ness, fa ormai parte del linguaggio comune. Bella fotografia retrò – in omaggio al cinema noir – di Stephen H. Burum, incisiva colonna sonora del nostro Ennio Morricone. Perfetta anche l’ambientazione della ricostruzione storica.

Emozionante e istruttivo, sarebbe un errore perderselo.

Annunci

Informazioni su nehovistecose

Liberi Pensieri Cinematografici
Questa voce è stata pubblicata in 1971 - 2000, Genere Gangster e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Gli Intoccabili

  1. Sekhemty ha detto:

    Bellissimo film, come dici molte scene sono indimenticabili ed ormai entrate nella leggenda.

    Grandissimi De Niro e Connery.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...