La famiglia Addams 2

(Addams Family Values)

Regia di Barry Sonnenfeld

con Raul Julia (Gomez Addams), Anjelica Huston (Morticia Addams), Christopher Lloyd (Zio Fester), Joan Cusack (Debbie Jellinski), Christina Ricci (Mercoledì Addams), Carol Kane (Nonna), Jimmy Workman (Pugsley Addams), Kaitlyn Hooper e Kristen Hooper (Pubert Addams), Carel Struycken (Lurch), David Krumholtz (Joel Glicker), Christopher Hart (mano), Dana Ivey (Margaret Addams), Peter MacNicol (Gary Granger), Christine Baranski (Becky Martin- Granger), Mercedes McNab (Amanda Buckman), John Franklin (Cugino Itt).

PAESE: USA 1993
GENERE: Grottesco
DURATA: 95′

Mentre una procace bambinaia che è in realtà un’assassina fa innamorare Fester per sottrargli il patrimonio di famiglia, Mercoledì e Pugsley sono spediti in uno squallido campeggio per ragazzi. Ci penserà il nuovo arrivato, il piccolo Pubert, a salvare baracca e burattini.

Secondo capitolo, di nuovo diretto da Sonnenfeld, sui personaggi inventati da Charles Addams negli anni ’30. Sono in molti a ritenerlo inferiore al primo, ma in realtà è superiore: più cinico, più cattivo, più anarchico nel suo smontare l’american way of life. Anche più frammentario, ma avercene! Gli attori sono in gran forma e vengono aiutati da una regia ben calibrata: si esce dal gotico maniero degli Addams e ci si avventura nell’orrore – quello vero – dell’America alla luce del sole, simboleggiato dagli esilaranti passi ambientati nel campeggio. E il messaggio non potrebbe essere più chiaro: i veri mostri sono i perfetti, i belli, i biondi, gli ipocriti, mentre i brutti e cattivi – gli Addams, appunto – sono capaci di provare sentimenti profondi e di creare legami affiatati. Un po’ banale? Forse, ma chi lo taccia di semplicità non ne ha voluto cogliere lo spirito deliziosamente dissacratorio. C’è una scena – quella in cui Mercoledì e Pugsley, in una recita, mettono in scena a ferro e fuoco la vendetta degli indiani – che è uno dei pezzi più intelligentemente anti americani della commedia Usa. La commedia prende il sopravvento sul grottesco, e nel finale Sonnenfeld le spara un po’ troppo grosse (un neonato salva tutti per caso), ma si tratta di un film decisamente riuscito: i bambini si divertiranno un sacco, gli adulti ne apprezzeranno l’intelligenza satirica. Le scenografie sono del grandissimo Ken Adam. Judith Malina lascia il ruolo della nonna a Carol Kane.

Annunci

Informazioni su nehovistecose

Liberi Pensieri Cinematografici
Questa voce è stata pubblicata in 1971 - 2000, Genere Grottesco e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a La famiglia Addams 2

  1. Pingback: La famiglia Addams | Ne ho viste cose…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...