X-Files – Il film

(The X Files)Locandina

Regia di Rob Bowman

con David Duchovny (Fox Mulder), Gillian Anderson (Dana Scully), Mitch Pileggi (Walter Skinner), Martin Landau (Alvin Kurtzweil), William B. Davis (L’uomo che fuma), John Neville (L’uomo dalle mani curate), Dean Haglund (Richard Langly), Bruce Harwood (John Fitzgerald Byers), Tom Braidwood (Melvin Frohike), Jeffrey DeMunn (Ben Bronschwig), Armin Mueller-Stahl (Conrad Strughold), Blythe Danner (Jana Cassidy), Terry O’Quinn (Darius Michaud).

PAESE: USA 1998
GENERE: Fantascienza
DURATA: 121’

Chiusi gli X Files, gli agenti dell’FBI Mulder e Scully si ritrovano a far parte della squadra antiterrorismo. Quando un palazzo salta in aria e cinque persone perdono la vita misteriosamente, Mulder si convince dell’esistenza di un complotto atto a mascherare traffici interplanetari tra alieni cattivi e governo ombra…

Attesissimo, primo lungometraggio tratto dalla celeberrima avventura televisiva targata FOX (1993-2002), diretto da uno dei registi più in gamba della serie (due suoi episodi vinsero un Emmy) e scritto dal suo creatore Chris Carter. Ambientato tra la quinta e la sesta serie, è il caso raro di un film fondamentale anche per i fan televisivi, in quanto narra vicende continuative imprescindibili per la comprensione della storia. I non cultori probabilmente ci capiranno poco, ma il film prende da qualunque parte lo si guardi, anche perché dentro c’è di tutto: complotti, alieni, esperimenti, governo ombra, terrorismo, ironia. Qualche critico, pensando di fargli un torto, ha scritto che si tratta di un normalissimo episodio della serie, soltanto un pò “allungato”: può essere, ma se si guarda il livello della produzione televisiva, è difficile fargliene una colpa. Carter e Bowman prendono in prestito di qua e di là (da Spielberg a Kubrick), ma il talento visionario non manca, e sono parecchie le sequenze – quella delle api in mezzo al deserto, o quella finale in Antartide – a dimostrarlo. Molto thriller, forse un po’ poco fantascientifico (almeno rispetto agli standard della serie), ma gli ingredienti “gustosi” ci sono tutti, e sono amalgamati con giudizio. Un po’ verbosa la prima parte. Tra i contributi tecnici si fanno apprezzare la fotografia di Ward Russell, le musiche (oltre al tema di Mark Snow, rielaborato in tutte le salse, si sentono tra gli altri Noel Gallagher, Dave Grohl, Robert Smith, Sting) e i suggestivi impianti scenografici curati da Christopher Novak. Chi non vide la serie tv farà fatica a capirci qualcosa, ma le emozioni non mancano nemmeno per i profani. Per tutti gli altri, bè, una vera goduria.

Voto

Annunci

Informazioni su nehovistecose

Liberi Pensieri Cinematografici
Questa voce è stata pubblicata in 1971 - 2000, Genere Fantascienza e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a X-Files – Il film

  1. lupokatttivo ha detto:

    L ho rivisto giusto un paio di giorni fa…lo ricordavo poco e male….e’ stato una gradevolissima sorpresa…concordo pienamente con la tua recensione 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...