Mad Max: Fury Road

(Mad Max: Fury Road)Mad-Max-Fury-Road-Poster-

Regia di George Miller

con Tom Hardy (Max Rockatansky), Charlize Theron (Imperatrice Furiosa), Nicholas Hoult (Nux), Hugh Keays-Byrne (Immortan Joe), Rosie Huntington-Whiteley (Angharad la splendida), Riley Keough (Capable), Zoë Kravitz (Toast la sapiente), Abbey Lee (Dag), Josh Helman (Slit), Jon Iles (Ace), Courtney Eaton (Cheedo la fragile), Nathan Jones (principe Rictus), Megan Gale (Valchiria).

PAESE: USA 2015
GENERE: Fantascienza
DURATA: 120′

In un futuro post-apocalittico selvaggio e violento, l’ex poliziotto Max viene catturato e torturato dai Figli della Guerra, tribù di folli che tiene in scacco la popolazione di una piccola roccaforte razionando acqua e benzina. Riuscito a fuggire, si ritrova a lottare al fianco di Imperatrice Furiosa, una guerriera che ha tradito i Figli della Guerra e che ora sta fuggendo con un prezioso carico umano…

mad-max-fury-road-970x0

Trent’anni dopo Mad Max – Oltre la sfera del tuono (ultimo capitolo di una trilogia che ridefinì, almeno a livello visivo, la scifi post apocalittica degli anni ’80, e che lanciò nell’olimpo delle star il giovane Mel Gibson), Miller torna al suo amore di gioventù e firma uno dei più originali, indiavolati, inquietanti film d’azione violenta degli ultimi vent’anni. Reboot? Remake? Seguito? Agli spettatori l’ardua sentenza. L’unica cosa certa è che non somiglia a nulla di ciò che si vede oggi, tanto è cupo e disperato, malato e allucinato, un vero e proprio compendio – rivisitato e attualizzato – del cinema apocalittico di qualità degli anni ’80. Sbattendosene altamente di qualsiasi struttura narrativa codificata, Miller costruisce un film che è, in realtà, una lunghissima, mirabolante, unica scena d’azione di inseguimento che sembra non finire mai. Non uno stereotipo viene rispettato. Nella gerarchia dei personaggi, ad esempio: il vero protagonista non è il maschio Max (che in tutta la prima ora non fa altro che grugnire, essere sballottato e picchiato da tutti), quanto la femmina Furiosa (è lei a perseguire il giusto, ad avere una missione onorevole da compiere, ad unire forza fisica e intelligenza strategica, oltre che sensibilità; è lei quella infallibile a sparare, è lei che uccide il villain principale), una scelta che svela le intenzioni di fare un film orgogliosamente “al femminile”, in cui gli uomini, eccezion fatta per la variabile impazzita Max, sono tutti o stupidi o malvagi, e in nessuno dei casi comunque meritano di essere salvati.

mad-max-fury-roadMa è un film molto poco standard anche nel procedere dell’intreccio (chi vive? Chi muore?), nell’alternare nefandezza e tenerezza (la scena con protagonisti Larry e Barry è pura poesia), nel non concedere nulla alla moda. Dialoghi ridotti al minimo, violenza iperbolica ma stilizzata (quindi molto poco hollywoodiana), azione dipinta con un talento inarrivabile che i “giovani” registi di oggi – convinti che per fare scene d’azione basti muove la macchina da presa a schiaffo – si sognano. É un film pieno di idee: nel disegno dei personaggi, nelle centinaia di trovate presenti in ogni singola sequenza, nelle incursioni meta-cinematografiche e grottesche (memorabile il mostruoso chitarrista sputa fiamme che fa da colonna sonora “live” alle gesta dei cattivi), nella creazione di immagini dal fortissimo potere simbolico (il passaggio, virato in blu, in una palude che sembra lo Stige), nel retroterra tematico che innesta alla traccia del film d’azione tutta una serie di riflessioni profonde (su religione, guerra, politica, coraggio, libertà di scelta). Scritto da Miller con Nick Lathouris e Brendan McCarthy, (splendidamente) fotografato da John Seale. Ben sei premi Oscar, tecnici ma di gran prestigio: montaggio, scene, costumi, trucco, sonoro, montaggio sonoro. Una vera bomba.

Voto

Annunci

Informazioni su nehovistecose

Liberi Pensieri Cinematografici
Questa voce è stata pubblicata in 2000 - oggi, Genere Azione, Genere Fantascienza e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Mad Max: Fury Road

  1. Dopo aver letto l’ennesima recensione positiva (compresa la mia), penso che l’unico a cui non sia piaciuto questo film sia Mereghetti 😀

  2. Emilio2899 ha detto:

    Filomena fuori di testa, tra 10 dieci sarà ancora un punto di riferimento, soprattutto nell’uso del montaggio 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...