Ocean’s – Trilogia

Ocean’s Eleven – Fate il vostro gioco

(Ocean’s Eleven)oceans-eleven

Regia di Steven Soderbergh

con George Clooney (Danny Ocean), Brad Pitt (Rusty Ryan), Andy Garcia (Terry Benedict), Julia Roberts (Tess), Matt Damon (Linus Caldwell), Elliott Gould (Reuben Tishkoff), Casey Affleck (Virgil Malloy), Scott Caan (Turk Malloy), Bernie Mac (Frank Catton), Don Cheadle (Basher), Carl Reiner (Saul), Shaobo Qin (Yen), Eddie Jemison (Livingston Dell).

PAESE: USA, Australia 2001
GENERE: Commedia
DURATA: 110′

Appena uscito di prigione, il ladro Danny Ocean mette insieme un gruppo di (apparentemente) scalcinati criminali con l’intenzione di svaligiare non uno ma tre casinò di Las Vegas appartenenti a Terry Benedict, che oltre ad essere molto molto ricco è anche il nuovo fidanzato di Tess, la ex moglie di Danny…

Remake del celebre Colpo Grosso (1960), diretto da Lewis Milestone e interpretato dai membri del Rat Pack. Da una sceneggiatura precisa come un orologio svizzero – riscritta da Tim Griffin partendo da quella originale di Harry Brown e Charles Lederer – Soderbergh ha tratto un big caper movie con dialoghi da screwball comedy che funziona a meraviglia, godibilissimo e sostenuto da una regia frizzante e sinuosa che non nasconde gli illustri modelli (Altman, Scorsese). Ma il merito è anche degli attori che, capitanati da un Clooney gigione nella parte che fu di Frank Sinatra, divertono e si divertono (il clima era talmente amicale che hanno accettato di ridursi la paga pur di essere tutti presenti). Più riuscito dell’originale per diverse ragioni: più spazio lasciato ai “non divi” (cosa che permette la presenza di bei personaggi anche nelle fila dei comprimari), maggiore coesione narrativa, più spasso e più suspense. Dopo l’impegnato (e, a livello produttivo, assai più impegnativo) Traffic (2000), Soderbergh s’è preso una vacanza che gli fa onore, anche perché l’intrattenimento è garantito. Memorabile la scena in cui Pitt insegna a giocare a Poker ad un gruppetto di giovani attori televisivi (Joshua Jackson, Topher Grace, Holly Marie Combs, Barry Watson e Shane West) nella parte di loro stessi. Tra il pubblico del match di pugilato appaiono brevemente Henry Silva e Angie Dickinson, interpreti dell’originale.
Voto______________________________________________________________

Ocean’s Twelve

(Ocean’s Twelve)oceans_twelve

Regia di Steven Soderbergh

con George Clooney (Danny Ocean), Brad Pitt (Rusty Ryan), Andy Garcia (Terry Benedict), Julia Roberts (Tess), Catherine Zeta-Jones (Isabel Lahiri), Matt Damon (Linus Caldwell), Elliott Gould (Reuben Tishkoff), Vincent Cassel (Francois Toulour), Casey Affleck (Virgil Malloy), Scott Caan (Turk Malloy), Bernie Mac (Frank Catton), Don Cheadle (Basher), Carl Reiner (Saul), Shaobo Qin (Yen), Eddie Jemison (Livingston Dell), Robbie Coltrane (Matsui), Albert Finney (LeMarc), Bruce Willis (se stesso).

PAESE: USA 2004
GENERE: Commedia
DURATA: 125′

Terry Benedict, il gestore di casinò derubato in Ocean’s Eleven, rintraccia la squadra di ladri e pretende che gli vengano restituiti i soldi con gli interessi. Per trovare la grana, gli undici (più Tess, la moglie di Danny) partono per l’Europa con l’intenzione di derubare diversi collezionisti, ma devono vedersela con il ladro NightFox che vuole sfidarli a “chi è il migliore”. Come se non bastasse, l’agente dell’Europol che gli sta addosso è anche una vecchia fiamma di Rusty…

Seguito di Ocean’s Eleven fortemente voluto da Clooney, che voleva rimettere insieme il gruppetto di amici del primo film e girare quasi esclusivamente in Italia. Risultato deludente: sempre meno noir e sempre più commedia sofisticata, il film è verboso e la vicenda risulta inutilmente complicata. Viene lasciato davvero troppo spazio alla storiella d’amore tra Rusty e la poliziotta Isabel e vengono decurtate le parti dei comprimari, finendo col girare l’ennesimo spot per divi sul lago di Como. Comunque memorabile la scena in cui Tess, interpretata da Julia Roberts, finge di essere… Julia Roberts (e incontra un insistente e guascone Bruce Willis), e notevole quella in cui il ladro NightFox elude un sistema di sicurezza a raggi laser danzando. Camei di Martina Stella, Mattia Sbragia e Adriano Giannini. Non è un film spiacevole, ma l’impressione è che stavolta si siano divertiti solo gli attori.
Voto______________________________________________________________

Ocean’s Thirteen

(Ocean’s Thirteen)oceans_thirteen

Regia di Steven Soderbergh

con George Clooney (Danny Ocean), Brad Pitt (Rusty Ryan), Matt Damon (Linus Caldwell), Andy Garcia (Terry Benedict), Al Pacino (Willie Banks), Ellen Barkin (Abigail Sponder), Elliott Gould (Reuben Tishkoff), Casey Affleck (Virgil Malloy), Scott Caan (Turk Malloy), Bernie Mac (Frank Catton), Don Cheadle (Basher), Carl Reiner (Saul), Shaobo Qin (Yen), Eddie Jemison (Livingston Dell), Eddie Izzard (Roman Nagel), David Paymer (V.U.P.), Vincent Cassel (Francois Toulour).

PAESE: USA 2007
GENERE: Commedia
DURATA: 122′

Quando il magnate di casinò Willie Banks provoca un infarto a Reuben, mandandolo in ospedale in fin di vita, Danny e Rusty rimettono insieme la squadra per fargliela pagare molto cara. Per riuscire nell’intento – che consiste nel sabotare l’inaugurazione del nuovo hotel di Banks – i dodici (non c’è Tess, la dodicesima del film precedente, ma al suo posto c’è il ladro informatico Roman) sono costretti a coinvolgere nel piano, come finanziatore, un tredicesimo uomo molto “speciale”, quel Terry Benedict che avevano derubato nel primo capitolo…

Dopo la mediocre parentesi europea di Ocean’s Twelve (2004), si torna alla Las Vegas e alla verve del primo film. Sceneggiatura precisa (di Brian Koppelman e David Levien, entrambi esperti di gioco), più spazio lasciato ai gustosi comprimari e meno ai divi, una manciata di trovate geniali (su tutte, il coinvolgimento dell’ex nemico Benedict come finanziatore) e molti dialoghi impagabili. Inverosimile e autocompiaciuto finché si vuole, ma anche molto molto divertente. Motivo? È fatto da un gruppo di amici. Che divertono e si divertono a interpretare dei ladri perbene che si commuovono guardando Oprah, sono onesti e leali e non dicono le parolacce. L’unica – in tre film – la dice Danny in un’epica battuta nel sottofinale. Strepitosa la parentesi messicana in cui i fratelli Malloy rischiano di mandare a monte il piano perché, infiltrati nella fabbrica oltreconfine in cui si costruiscono i dadi, si dimenticano il loro scopo – contraffare i dadi – e si alleano con gli operai oppressi fino a che, attraverso atti di sabotaggio e guerriglia, ottengono i diritti tanto sognati dai lavoratori. Accantonato lo stile cartolinesco di Ocean’s Twelve, Soderbergh torna in forma. Godibile.
Voto

Annunci

Informazioni su nehovistecose

Liberi Pensieri Cinematografici
Questa voce è stata pubblicata in 2000 - oggi, Genere Commedia, Genere Noir e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...