La guerra dei Roses

(The War of the Roses)locandina

Regia di Danny DeVito

con Michael Douglas (Oliver Rose), Kathleen Turner (Barbara Rose), Danny DeVito (Gavin D’Amato), Marianne Sägebrecht (Susan), Sean Astin (Josh), Heather Firefield (Carolyn), G. D. Spradlin (Harry Thurmont), Dan Castellaneta (l’uomo nello studio di Gavin).

PAESE: USA 1989
GENERE: Commedia nera
DURATA: 112′

L’avvocato Gavin D’Amato racconta a un suo assistito la parabola discendente di due coniugi WASP, Oliver e Barbara Rose: innamoramento folle, due figli, un buon lavoro, una bella casa, e poi crisi e richiesta (da parte di lei) di divorzio. Si va avanti più o meno civilmente fino a quando non c’è da spartirsi la casa.

Tratta da un romanzo omonimo di Warren Adler sceneggiato da Michael J. Leeson, una delle commedie nere più riuscite e feroci degli anni ’80: nel demistificare il concetto – positivo – di “tipica famigliola americana”, tratteggia un affresco cinico e spietato dell’intera società USA. In un’atmosfera genialmente grottesca, l’attitudine all’esagerazione di DeVito diventa una ricchezza. Interessante soffermarsi sul modo in cui l’attore/regista, al secondo film dietro la macchina da presa, scandisce il tempo del racconto modificandone lo stile: gotico fiabesco nella prima parte (la favola d’amore), classicheggiante nella seconda (il grigiore del fallimento familiar-matrimoniale), quasi horror nell’ultima (la vera e propria guerra). In tutti e tre i casi, uno sguardo fortemente espressionista detta la misura di un vero e proprio incubo casalingo in cui viene fuori tutta la mostruosità nascosta sotto la (apparente) normalità. Nel suo crudele e grandguignolesco umorismo, è anche un film molto, molto divertente. Il titolo si ispira alla celebre “guerra delle due rose”. Da non perdere.

Voto

 

Annunci

Informazioni su nehovistecose

Liberi Pensieri Cinematografici
Questa voce è stata pubblicata in 1971 - 2000, Genere Commedia, Genere Grottesco e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...