Rocco Schiavone – stagione 3

Regia di Simone Spada

con Marco Giallini (Rocco Schiavone), Ernesto D’Argenio (Italo Pierron), Massimo Reale (Fumagalli), Francesco Acquaroli (Sebastiano), Lorenza Indovina (Michela Gambino), Alberto Lo Porto (Scipioni), Massimiliano Caprara (Deruta), Christian Ginepro (D’Intino),  Carlo Ponti (Gabriele), Anna Bellato (Cecilia Porta), Isabella Ragonese (Marina), Massimo Olcese (questore Costa), Claudia Vismara (Caterina Rispoli), Filippo Dini (procuratore Baldi), Valeria Solarino (Sandra Buccellato), Mirko Frezza (Furio), Tullio Sorrentino (Brizio).

PAESE: Italia 2019
GENERE: Giallo
DURATA: 4 episodi da 100’

Mentre Schiavone indaga su un omicidio legato all’ambiente del Casinò di Saint Vincent, Baiocchi vuole incontrare Baldi per raccontargli tutta la verità sul vice-questore. E mentre Caterina frequenta misteriosi personaggi degli affari interni, Rocco si sente con l’acqua alla gola e medita la fuga…

Terza stagione tratta dai romanzi di Antonio Manzini, quattro episodi prodotti dalla RAI e sceneggiati dallo scrittore con Maurizio Careddu. La qualità rimane molto alta, ma pesano l’assenza di Caterina, figura femminile importante che bilanciava con la sensibilità il cinismo di Schiavone, e alcune scelte quantomeno discutibili (come una certa misoginia di fondo: possibile che tutte le donne, meglio se giovani e belle, caschino regolarmente ai piedi del vice questore?). Come già accadeva nelle due precedenti stagioni gli episodi sono firmati dal medesimo regista, cosa che garantisce un’omogeneità stilistica rara per la televisione italiana. Non solo: la scelta di Simone Spada (che ha già diretto Giallini nel pregevole Domani è un altro giorno) si rivela azzeccata per dare alla serie uno spessore visivo notevole. Coraggiose le riflessioni sulla piaga del gioco d’azzardo (e sullo stato che lo sponsorizza). Da vedere.

Informazioni su nehovistecose

Liberi Pensieri Cinematografici
Questa voce è stata pubblicata in 2000 - oggi, Genere Giallo, Serie Televisive e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...